Queste pagine sono dedicate alla mitica A112 Abarth nella versione 70cv del 1980 (quinta serie, prodotta da 1979 al 1982). 

La vettura qui fotografata è stata preparata da N.Albanese a Genova e ha partecipato al trofeo omonimo nella sua ultima edizione nel 1984.

Sanremo 1984

Il trofeo nacque nel 1977 e laureò campione il pilota di Molveno, l'indimenticabile e sempre nei nostri cuori Attilio Bettega.

Personalmente, credo che dall'alto dei cieli mi abbia dato una mano in certe situazioni critiche, permettendomi di rimanere in strada inspiegabilmente. La sua scomparsa prematura, nel Tour de Corse del 1985, segnò l'ambiente e fu presagio della scomparsa di un'altro grande, Toivonen, per una strana coincidenza nello stesso rally un'anno dopo.

Negli anni seguenti il trofeo dimostrò con le vittorie finali del genovese Tabaton, del vicentino Cunico e del piemontese Cinotto di essere una vera fucina di campioni.

Come per Bettega, i campioni vennero premiati con la partecipazione ad una gara su vettura ufficiale del gruppo torinese, Tabaton poi rimase in Lancia e Cunico in Fiat. Cinotto divenne il primo pilota italiano "ufficiale" di una casa tedesca, con la rivoluzionaria, per allora, AUDI QUATTRO.

Fabbri e Signori proseguirono i palmares degli anni ottanta, e senza nulla togliere a loro, ebbero meno lustro dei primi quattro; il declino, con Canobbio e Corredig, piemontese e friulano rispettivamente, che non poterono esprimere le loro doti velocistiche in programmi adeguati dopo le vittorie.

Personalmente, riuscii nell'impresa di diventare campione under 23 nell'ultima edizione del 1984, ingaggiando una bella lotta durata tutta il campionato con Panontin.

L'epilogo nell'ultimo rally, a Sestriere, su un ostico fondo a tratti ghiacciato che non permetteva di rischiare più di tanto; con il secondo posto assoluto ed il ritiro dell'avversario chiudevo in bellezza l'ottava e purtroppo ultima edizione del "trofeo" per eccellenza. 

La Fiat uno scalpitava già da tempo, e l'apparizione di Fiorio come apripista proprio a Sestriere era il segno di un rinnovamento che stava arrivando. 

1977
BETTEGA
FUSARO
TURETTA
COMELLI
GASOLE
TABATON
PELGANTA
GUIZZARDI
MIRRI
PELLI

1978
TABATON
CAPONE
MIRRI
CARINI
CUNICO
COMELLI
RABINO
SIMONTACCHI
GUGGIARI
PELLI

1979
CUNICO
COMELLI
VITTADINI
GIANMARINI
CINOTTO
PERONA
DEL PRETE
CANEVA
FAGGIO
PERAZZI

1980
CINOTTO
CANEVA
ZINI
PELLI
TURRI
FABBRI
GIANMARINI
SPONGIA
LAGO
FAGGIO

1981
FABBRI
SPONGIA
CANOBBIO
GIANMARINI
DE PAOLI
SIGNORI
MATTIA
BONI
MORETTI
BIANCH

1982
SIGNORI
DEPAOLI
CANOBBIO

1983
CANOBBIO
ANDOLFI

SALVAN

1984
CORREDIG
LAGO
PERUGIA
PIZIO
VERNENGO
GALLIONE
PANONTIN
ARTUSIO
VITTADINI
COMBA

classifica 1984 UNDER 23

VERNENGO

PANONTIN

PASERO

 

home page